Servizio clienti offline
Che cos’è un prodotto ricondizionato: 5 cose che devi sapere

Che cos’è un prodotto ricondizionato: 5 cose che devi sapere

 (454)

  Cos'è il ricondizionato

Ti sarà capitato di notare nei negozi o negli e-commerce alcuni prodotti a prezzi così scontati da farti sospettare. Magari andando ad approfondire la descrizione di quel prodotto hai trovato il termine “ricondizionato” o “rigenerato” e ti è venuta la curiosità di capire cosa significasse.

In questo articolo ti spiego con precisione il significato di questa parola e altri aspetti importanti.

Innanzitutto, ti chiarisco subito il dubbio più grande: i prodotti ricondizionati sono sicuri!

L’acquisto dei ricondizionati è in effetti una pratica ancora poco diffusa in Italia (rispetto al resto d'Europa e agli USA). Da noi c’è parecchia confusione sull’argomento e diffidenza nel comprare un prodotto che si teme “non buono”.

Sono tante le domande che si pone il consumatore: “è usato o nuovo?”, “è del marchio originale?”, “in che condizioni sarà?”, “ha la garanzia?”, “perché ha un prezzo così basso?”.

Proprio per questo voglio chiarirti quanti più dubbi possibili e darti le risposte che cerchi.

Ecco 5 cose importanti che devi sapere per conoscere bene il mercato dei ricondizionati.

 

1. Cosa vuol dire “ricondizionato”

Cominciamo con la definizione del termine: i “ricondizionati” o “rigenerati” (in inglese refurbished) sono prodotti a marchio originale (Apple, Samsung, LG, HP, ecc.) con condizioni estetiche e funzionali pari al nuovo.

Possono essere, ad esempio, prodotti restituiti da un cliente che ha cambiato idea sul modello o sul colore, o per un ordine errato o un malfunzionamento, oppure prodotti usati solo a scopo espositivo in fiere e mostre o all’interno di negozi.

Il venditore, però, per il solo fatto che il prodotto  è stato acceso una volta, non può più venderlo come nuovo.

 

2. Differenza tra ricondizionato e nuovo

I ricondizionati sono quindi prodotti come i nuovi (ad esempio smartphone, tv, computer, elettrodomestici) ma che, semplicemente, non sono più sigillati.

Questi prodotti per legge non possono essere venduti al consumatore come “nuovi” e devono essere testati, igienizzati, risigillati e rivenduti quindi come “ricondizionati”.

Come puoi capire, l’unica differenza tra nuovo e ricondizionato è appunto questa: il nuovo è venduto sigillato dalla fabbrica, il ricondizionato viene controllato e poi risigillato e rivenduto.

Non c’è perciò alcuna differenza in termini di qualità.

Pensa all’acquisto di un’automobile a Km 0: su quest’auto non sono montate componenti meno performanti o difettose. L’auto viene però immessa sul mercato ad un prezzo inferiore perché lo specifico esemplare non è stato venduto per i più svariati motivi (ad esempio un colore che non piace).

Per questo ti consiglio di controllare sempre bene il grado di ricondizionamento e sapere esattamente le condizioni estetiche e funzionali di ciò che stai comprando!

 

3. Differenza tra ricondizionato e usato

Non devi confondere un prodotto ricondizionato con l’usato, che è spesso percepito come “vissuto da qualcun altro”.

Il rigenerato non è infatti di seconda mano, ma è un prodotto identico a quello nuovo.

Un iPhone ricondizionato, per intenderci, non è un iPhone usato ma un iPhone nuovo che, poiché non più sigillato, dopo i controlli diventa ricondizionato e viene venduto come tale.

Questo lo distingue molto dall’usato: mentre un prodotto usato è venduto  nello stato di usura in cui si presenta, il ricondizionato subisce invece un processo di manutenzione dal punto di vista estetico e meccanico-funzionale che lo riporta alla condizione di “nuovo”.

 

4. Differenza tra ricondizionato e “falso”

I ricondizionati non sono nemmeno dei falsi ma, appunto, dei prodotti originali a tutti gli effetti.

A patto che si tratti naturalmente di prodotti certificati, messi in vendita dai marchi ufficiali e da rivenditori affidabili!

Un iPhone ricondizionato è quindi un iPhone originale (non un clone), che è stato fabbricato dalla Apple. Dopo aver subito il processo di ricondizionamento, viene venduto in ottime condizioni e con tutte le sue componenti originali dalla stessa Apple e da tutti i rivenditori autorizzati.

 

5. Che cos’è il ricondizionamento e chi lo fa

Come detto, ogni prodotto nuovo che non è più sigillato rientra in magazzino e subisce il processo di ricondizionamento. Questo viene eseguito dal produttore stesso o da aziende specializzate.

Il prodotto viene cioè ispezionato e testato per valutarne la situazione estetica e funzionale, se necessario viene riparato (con pezzi nuovi e originali mai usati), poi igienizzato e nuovamente imballato con i suoi accessori. Viene perciò “rinnovato” da tutti i punti di vista.

Se non ha superato tutte queste fasi non può essere venduto nuovamente sul mercato.

Quando è pronto, viene etichettato come “ricondizionato” e gli viene assegnato uno specifico grado che ne indica lo stato (es. “Grado A” ottime condizioni, “Grado B” qualche lieve graffio).

A quel punto ritorna sul mercato, funzionante e in ottime condizioni, venduto come “ricondizionato” ad un prezzo più basso rispetto al nuovo (anche oltre -30%) e coperto da garanzia.

 

Ora che abbiamo fatto un po’ di chiarezza puoi capire perché i ricondizionati sono prodotti sicuri e perché conviene comprarli: pari al nuovo, originali, con garanzia.

A testimoniare l’effettiva e indubbia qualità dei prodotti ricondizionati è il fatto che gli stessi produttori li mettono in vendita nei propri store online (es. Apple e Samsung).

Puoi capire anche il motivo di sconti spesso molto alti: poiché classificati come ricondizionati devono essere rivenduti sul mercato ad un prezzo più basso del nuovo.

 

Dimmi: sono riuscito a chiarirti un po’ le idee su questo argomento? Parliamone nei commenti! ;-)

Tags:rinoedu

 (454)

Commenti di Facebook